fbpx
Farm4Trade_Camel_Production
folder_openAllevamento, Produzione

La produzione di cammelli

Estimated reading time: 10 minute(s)

Introduzione

Il cammello (Camelus dromedarius) appartiene a un gruppo di mammiferi dalle gambe lunghe.

Si nutrono principalmente brucando erba e sono in grado di prosperare anche su pascoli scarni. Grazie alle alle labbra spesse sono in grado di nutrirsi anche di piante spinose di cui altri animali non sono possono foraggiarsi.

I cammelli vivono prevalentemente in alcune regioni africane ed asiatiche. Le ragioni che rendono molto diffuso l’allevamento di questo animale sono molteplici, tra i principali fattori va menzionata la qualità del latte e della carne che producono ma anche la qualità della loro  pelle e della lana.  I cammelli vengono anche allevati per le corse, il turismo e utilizzati come mezzo di trasporto in alcune parti del mondo (Faraz et al., 2013). Essi vengono spesso utilizzati come mezzo di trasporto, dalle popolazioni locali, e come attrazione per i turisti (Faraz et al., 2013); sono infatti in grado di trasportare, sulla loro schiena, un peso tra i 170 e i 270 kg. Generalmente sono animali che si adattano facilmente anche a condizioni poco agevoli perchè altamente tolleranti alle malattie. 

La gobba presente sulla schiena di questi animali gli permette di immagazzinare grassi che quindi vengono metabolizzati durante i momenti di scarsa assunzione di cibo e acqua (Faraz et al., 2013). Questo rende possibile la loro sopravvivenza e la produzione di carne di alta qualità anche in condizioni ambientali difficili nei quali la qualità produttiva di altri animali sarebbe compromessa. 

I cammelli sono solitamente tenuti in sistemi di produzione pastorale e agro-pastorale e soltanto pochi esemplari maschi sono trovati in sistemi misti colture-allevamento (Mirkena et al., 2018). 

I cammelli addomesticati 

  1. Cammello arabo ad una gobba or Dromedario (Camelus dromedarius)
  2. Cammello a due gobbe Battriano o Cammello (Camelus bactrianus)

Prodotti 

Carne

La carne dei dromedari è molto più magra e dolce rispetto a ogni altro tipo di carne grazie all’alto contenuto di glicogeno e proteine. Inoltre la carne prodotta dai cammelli contiene poco grasso, colesterolo e pochi acidi grassi polinsaturi, per questo è considerata una carne nutriente e salutare e la sua assunzione viene spesso raccomandata (Mahmud et al., 2011).

Come quasi tutti gli animali si consiglia la macellazione dei dromedari in età giovane (tra i 2-3 anni) quando la resa è maggiore e la carne è più succosa e tenera.

Latte

I cammelli sono conosciuti anche per la qualità del loro latte che è un alimento fondamentale per le popolazioni nomadi. Questi animali producono una quantità di latte superiore a quella delle vacche e sono in grado di produrlo in grandi quantità anche durante i periodi di secca. Il latte prodotto è altamente nutriente, contiene un’alta percentuale di proteine (3.7%), grasso (4.9%), lattosio(5.1%), solidi totali (14,4%), vitamina C (2.9 mg/100g) (Khan et al., 2003). Il latte di dromedario ha anche una conservabilità più lunga rispetto ad altri prodotti caseari grazie all’alto contenuto proteico.  

Sterco

Lo sterco dei dromedari è di piccole dimensioni, secco e senza odori, può essere usato come fertilizzante e come combustibile per esempio in India lo sterco di questi animali è utilizzato nella produzione di carta riciclabile.

Lo sterco dei dromedari si decompone molto velocemente grazie alla presenza di una microflora resistente e variegata all’interno del loro rumine.  

Pelle e lana 

La pelle dei cammelli è solitamente di colore marrone-rossiccio con delle varianti che vanno dal marrone al grigio. La sua pelliccia si contraddistingue per la sua lucentezza, morbidezza, repellenza all’acqua e per la capacità di isolare il freddo nonostante la sua leggerezza (Humphries, 1996). Producono tra l’uno e i tre kg di pelle che può essere usata per produrre tappeti, coperte e corde (Faraz et al., 2013). 

Lo sapevate?

5 fatti interessanti sui cammelli

  1. La parola “cammello” deriva dalla parola araba, che significa “bellezza”.
  2. I cammelli sono mammiferi.
  3. I cammelli sono chiamati “navi del deserto” perché sono usati come mezzo di trasporto attraverso il deserto.
  4. Sono in grado di chiudere le narici per tenere fuori la polvere.
  5. I baby cammelli nascono senza gobbe.
Referenze

Mirkena T., Walelign E., Tewolde N., Gari G., Abebe G., Newman S., 2018. Camel production systems in Ethiopia: a review of literature with notes on MERS-CoV risk factors. Pastoralism, 8. 30. https://pastoralismjournal.springeropen.com/articles/10.1186/s13570-018-0135-3 

Faraz A., Mustafa M. I., Lateef M., Yaqoob M., Younas M., 2013. Production potential of camel and its prospects in Pakistan. Punjab Univ. J. Zool., 28 (2), pp. 89-95,  

https://camel4all.blog/2016/02/02/camels-dungzfrom-waste-to-a-worthwhile-farming-agent/

MAHMUD T., REHMAN R., ANWAR J., ALI S., ABBAS A., SALMAN A., 2011. Minerals and Nutritional Composition of Camel (Camelus dromedarius) Meat in Pakistan. J. Chem. Soc. Pak., 33 (6), pp. 835- 838. 

Kadim I. T., 2009. Camel meat: food and medicine. College of Agricultural and Marine Sciences. Retrieved from  https://www.squ.edu.om/Portals/134/Docs/MoPr/2009/09sep.pdf

Shabo Y, Yagil R. 2005. Etiology of autism and camel milk as therapy. Int J Disab Hum Dev. 4:6770.

Kurtu MY. 2004. An assessment of the productivity for meat and carcass yield of camel (Camelus dromedarius) and the consumption of camel meat in the Eastern region of Ethiopia. Trop Anim Health Prod. 36:6576

Khan B.B., IQBAL, A. AND RIAZ, M., 2003. Production and Management of Camels.

Deptt. Livestock Management, Univ. Agri. Faisalabad, Pakistan.

Humphries M.,1996. Fabric reference. Upper Saddle River, N.J.: Prentice Hall.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu