Premio “Pierfilippo Guadagnini 2021” alla ricercatrice dell’Università di Teramo Abigail Rose Trachtman, impegnata nel progetto ADAL di Farm4Trade - Blog Farm4Trade
folder_openNews, Ricerca e sviluppo

Premio “Pierfilippo Guadagnini 2021” alla ricercatrice dell’Università di Teramo Abigail Rose Trachtman, impegnata nel progetto ADAL di Farm4Trade

Estimated reading time: 6 minute(s)

La dottoressa Trachtman, dottoranda in “Scienze Mediche Veterinarie, sanità pubblica e benessere animale” ha vinto il Premio Pierfilippo Guadagnini, istituito dalla SIPAS – Società Italiana di Patologia ed Allevamento dei Suini, e destinato ai giovani ricercatori che contribuiscono sul piano scientifico ed applicativo al progresso in suinicoltura. 

Il lavoro svolto dalla dottoressa Trachtman è stato pubblicato nel 2020 sulla rivista “Veterinary Research”

La ricerca che si è aggiudicata il Premio Pierfilippo Guadagnini 2021 si concentra sull’applicazione di tecnologie di image recognition ed intelligenza artificiale alla rilevazione, punteggiatura e classificazione delle patologie polmonari sulle carcasse dei suini al macello, come parte del progetto ADAL (Automatic Detection of Abattoir Lesions) di Farm4Trade, che coinvolge sia il dipartimento di Scienze Mediche e Veterinarie dell’Università di Teramo che l’AImageLab dell’Università di Modena e Reggio Emilia. 

Il lavoro svolto dal gruppo di ricerca di cui la dottoressa Trachtman fa parte e pubblicato su Veterinary Research è stato effettuato su maiali macellati in mattatoi del centro e del nord Italia tra il 2017 e il 2020. Sono state analizzate un totale di quasi 8.000 carcasse con questa nuova tecnologia che consente di identificare e classificare il tipo e l’entità delle lesioni polmonari in catena di macellazione. 

Il valore del progetto di ricerca ADAL è stato già riconosciuto in più occasioni, sia a livello nazionale con i recenti premi ricevuti nella StartCupAbruzzo 2020, che europeo con il Seal of Excellence attribuitogli dall’Unione Europea per il progetto sottomesso al programma SME di Horizon2020. ADAL rappresenta un’innovazione in grado di migliorare significativamente l’efficienza del comparto suinicolo in ottica di una maggiore capacità di sorveglianza sanitaria nell’industria della carne. 

Il premio riconosciuto alla dottoressa Trachtman assume una particolare rilevanza perché sottolinea l’importanza cruciale della collaborazione tra il mondo accademico e l’industria dell’innovazione, in particolare con la start-up Farm4Trade. Questo ha consentito di sviluppare ed applicare, in tempi incredibilmente rapidi, una tecnologia che assicura un utilizzo efficiente e sostenibile delle risorse nell’industria zootecnica e che risponde alle emergenti richieste di una maggiore sicurezza alimentare, migliore tracciabilità degli alimenti, puntuale verifica delle tecniche di allevamento, nonché di un generale miglioramento della salute e del benessere animale. 

La collaborazione tra ambiente accademico, start-up innovative e impianti di macellazione ha consentito di testare e validare la tecnologia in ambiente operativo, mettendo così a disposizione dell’industria suinicola un nuovo strumento che consente di effettuare “l’analisi sistematica di tutto il bestiame macellato, migliorando la gestione degli allevamenti, il benessere degli animali e la produttività delle aziende”. 

Per maggiori informazioni su ADAL – Automatic Detection of Abattoir Lesions – visita www.farm4trade.com/adal  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu