introduction-sustainable-and-organic-farming
folder_openNews, Zootecnia

Introduzione all’agricoltura sostenibile e biologica

Estimated reading time: 9 minute(s)

Introduzione all’agricoltura sostenibile e biologica

L’agricoltura e il modo di produrre più cibo di alta qualità per la crescente popolazione mondiale è una delle maggiori preoccupazioni a livello mondiale. Dopo anni di produzione industriale di colture e  allevamenti di bestiame  che utilizzano quantità massicce di pesticidi sintetici, ormoni e antibiotici, è stato dimostrato che queste pratiche rappresentano un grave rischio per l’ambiente e, se continueranno, la generazione futura dovrà affrontare sfide importanti per soddisfare la loro domanda di prodotti animali e vegetali.

Queste paure hanno scatenato i cosiddetti movimenti verdi, che oggigiorno sono argomento di tendenza. Termini come agricoltura sostenibile e biologica appaiono costantemente nei media. I governi cercano di promuovere l’agricoltura biologica (vengono concessi incentivi speciali agli agricoltori che praticano l’agricoltura biologica, gli organismi ufficiali regolano che i prodotti biologici soddisfano gli standard di certificazione), mentre scienziati e istituzioni internazionali come l’organizzazione dell’alimentazione e dell’agricoltura delle Nazioni Unite (FAO) o il Programma alimentare mondiale (PAM) si concentrano sulla promozione di un’agricoltura sostenibile.

Ma sappiamo cosa significano veramente e perché sono diventati così importanti?

In Farm4Trade siamo consapevoli dell’importanza di questi argomenti e dell’interesse che risvegliano in molti agricoltori. Pertanto, abbiamo deciso di preparare una sezione sull’agricoltura biologica e una sull’agricoltura sostenibile, per fornire linee guida agli agricoltori che vogliono adattare la loro produzione a uno di questi sistemi.

Prima di iniziare, vorremmo approfondire le differenze e le similitudini tra questi due sistemi per consentire agli agricoltori di comprenderli appieno e prendere la decisione giusta. Gli agricoltori sono anche incoraggiati a leggere gli eBook che verranno pubblicati poiché forniranno ulteriori informazioni.

Cos’è l’agricoltura sostenibile?

Agricoltura sostenibile o, in senso lato,  l’agricoltura sostenibile  è la produzione di alimenti, fibre o altri prodotti vegetali o animali che utilizzano tecniche agricole che proteggono l’  ambiente ,  la salute pubblica ,  le comunità umane  e  il benessere degli animali . In altre parole, promuove metodi e pratiche  economicamente validi , rispettosi dell’ambiente e che proteggono la salute pubblica.

Agricoltura sostenibile significa sfruttare al meglio ciò che è disponibile nell’azienda agricola senza danneggiare l’ambiente, mira ad  aumentare la produzione  dell’azienda e  implica il riutilizzo dei prodotti di scarto,  aumentando così la redditività dell’agricoltura. Tuttavia, non si concentra solo sull’aspetto economico dell’agricoltura, ma anche sull’ambiente e sulla qualità dei prodotti.

Cos’è l’agricoltura biologica?

Il gruppo di studio del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) sull’agricoltura biologica definisce l’agricoltura  biologica  come segue “Un sistema che  evita o in gran parte esclude l’uso di fattori di produzione sintetici  (come fertilizzanti, pesticidi, ormoni, additivi per mangimi ecc.) E al massimo l’estensione praticabile dipende dalle rotazioni delle colture, dai residui colturali, dai concimi animali, dai rifiuti organici fuori terra, dagli additivi per rocce di grado minerale e dal sistema biologico di mobilitazione dei nutrienti e di protezione delle piante “.

Oltre a ciò, la FAO suggerisce la seguente definizione: “L’agricoltura biologica è un sistema unico di gestione della produzione che promuove e migliora la salute dell’agro-ecosistema, compresa la biodiversità, i cicli biologici e l’attività biologica del suolo, e ciò si ottiene utilizzando agronomici in azienda , metodi biologici e meccanici in  esclusione di tutti gli input sintetici fuori dell’azienda “.

Quali sono quindi le differenze in base a queste definizioni?

Come è stato detto, entrambi i sistemi comportano il riutilizzo dei rifiuti in azienda per massimizzare i benefici e anche considerare di ridurre l’impatto ambientale e aumentare la qualità del prodotto tra i suoi obiettivi. Tuttavia il  biologico enfatizza l’uso di prodotti non sintetici,  mentre  sostenibile consentirà l’uso di prodotti sintetici che hanno dimostrato di non danneggiare l’ambiente .

Si può dire che il biologico cerca di tornare all’agricoltura tradizionale mentre cerca di nascondere l’innovazione e la tradizione. In entrambi i casi l’obiettivo è minimizzare l’impatto sull’ambiente, migliorare la qualità, il benessere degli animali e la giustizia sociale.

Va detto che, nonostante i pro e i contro di entrambi i sistemi, che saranno discussi in altri articoli, entrambi hanno dimostrato di essere migliori dell’agricoltura industriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu