Livestock-and-its-Influence-on-Human-Beings
folder_openAllevamento, Zootecnia

Il bestiame e la sua influenza sugli esseri umani

Estimated reading time: 8 minute(s)

Il 59% delle terre del nostro pianeta viene utilizzato per il pascolo del bestiame e per la  crescita delle colture per nutrire il bestiame.

Il bestiame è una delle cause principali delle emissioni di gas serra. I paesi occidentali possiedono la maggior parte delle razze, ma la maggior parte di essi è a rischio di estinzione. I prodotti zootecnici e di origine animale forniscono quasi la metà delle proteine ​​e l’energia quotidiane necessarie per gli esseri umani in Asia e nell’Africa sub-sahariana. La sicurezza alimentare rappresenta una sfida importante nelle economie emergenti dei paesi in via di sviluppo. Conservare le razze esistenti e coltivare la biodiversità è l’unica soluzione per il futuro.

Ecco una lista delle diverse razze per ogni specie

I più comuni sono:
  • Bovini: oltre 800
  • Capra:  156
  • Maiale: 135
  • Cavallo: 216
  • Pecora: più di 1000
  • Pollo: 134, esclusa la piuma e varianti di colore all’interno della stessa razza
  • Cammello: 7
  • Bufalo: 132
  • Asini:  172

Il bestiame è uno degli animali domestici più antichi. Il bestiame è stato inizialmente utilizzato per: carne, latte e manodopera. Oggi sono principalmente sfruttati per carne e latte, anche se il lavoro rappresenta ancora un aspetto importante nei paesi in via di sviluppo.

Capra e pecora  sono cugini e combinando le due specie abbiamo il maggior numero di razze, chiamate anche “piccoli ruminanti”. I loro usi principali sono lana, carne e latte.

L’ addomesticamento dei suini è iniziato circa 9000 anni fa in Medio Oriente e in Cina. L’uso più comune è la carne, ma sono anche usati raramente per il latte.

L’ addomesticamento del cavallo invece ebbe inizio intorno al 3000 a.C.. Il suo uso era inizialmente destinato solo alla produzione di latte e carne. Durante i secoli sono diventati animali da soma e usati per il trasporto. Oggi la carne rimane lo scopo principale della loro produzione, ma è ancora largamente utilizzato per lo sport e il trasporto.

Il pollo  è uno degli animali domestici più comuni e diffusi. Sono principalmente usati per carne e uova.

Il cammello  viene utilizzato principalmente per la produzione di latte, carne e trasporto umano. La pelle viene utilizzata per produrre tessuti e borse.

Il bufalo, così come per il bestiame, viene allevato per la produzione di carne e latte. In Africa, una specie diversa, il Bufalo africano, è utilizzata principalmente per la caccia ai trofei.

L’asino è un membro della famiglia dei cavalli. Nel corso dei secoli sono stati usati come animali da soma o per lavori pesanti nei trasporti o nell’agricoltura. Oggi svolgono ancora lo stesso ruolo in molti paesi in via di sviluppo, mentre, nei paesi occidentali, sono principalmente allevati per latte e carne.

Il Futuro dell’allevamento

Per garantire un futuro alle prossime generazioni dovremmo conoscere e preservare tutte le diverse razze.

Sono una risorsa importante di ogni società che è il risultato di centinaia di anni di selezione e adattamento a specifiche condizioni geografiche e climatiche. Ogni regione del Pianeta ha le razze giuste e migliori per quel territorio, conoscerle è fondamentale per scegliere cosa usare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu