fbpx
Farm4Trade-How to prepare vermicompost in 10 steps
folder_openProduzione

Come preparare il vermicompost in 10 semplici passaggi

Estimated reading time: 9 minute(s)

Cos’è e come funziona

Il vermicompost è un semplice processo biotecnologico di compostaggio, in cui una determinata specie di lombrichi viene utilizzata per migliorare il processo di conversione dei rifiuti e produrre un migliore prodotto fertilizzante

È un prodotto arricchito con proprietà biologiche, fisiche e chimiche che possono migliorare la salute del suolo e promuovere un’elevata crescita e raccolta di piante come le colture. 

I lombrichi sono incoraggiati a moltiplicarsi creando il loro ambiente adatto, l’umidità dovrebbe essere tra il 50 e il 70% e il pH del suolo dovrebbe essere 7.

L’applicazione nelle colture è compresa tra 5 e 20 tonnellate per ettaro (questo dipende dalle esigenze delle colture e dal tipo di terreno).

Esistono circa 1800 specie di lombrichi in tutto il mondo (Edwards & Lofty, 1992). 

Tuttavia, l’Eisenia fetida, comunemente noto come “verme di compost“, “verme di letame“, “verme rosso“, è estremamente resistente, adattabile e indigeno nella maggior parte del mondo.

Vantaggi del vermicompost

Questo prodotto contiene nutrienti vegetali più e facilmente disponibili come azoto, fosforo, potassio e micronutrienti. Questo prodotto contiene microrganismi benefici che possono solubilizzare il fosforo e altri minerali per l’assorbimento delle piante. 

Il vermicompost ha un alto contenuto di carbonio organico che è espressamente richiesto dalle piante rispetto ad altri composti convenzionali.

 Questo compost ha un’elevata capacità di trattenere l’acqua, migliora la porosità del suolo, aumenta l’attività dei microbi benefici ed è buono se miscelato con terreno sabbioso.

Processo di preparazione del vermicompost

  1. Scegli il sito adatto per l’installazione del vermicomposting, che dovrebbe includere protezione, disponibilità di letame o letame, accesso all’acqua e un ambiente favorevole per i vermi di terra.
  2. Raccogliere e accumulare pile di letame in cima al terreno nel punto scelto.
  3. Assicurarsi che il letame sia asciutto, schermare il materiale di alimentazione per rimuovere materiali indesiderati come semi di erbe infestanti, pietre, spine, etc.
  4. Tritare o macinare i materiali in un piccolo recipiente, questo lo renderà facile da maneggiare durante le preparazioni. Questi materiali tritati vengono quindi accatastati per consentire la pre-decomposizione prima che vengano introdotti i lombrichi.
  5. Preparare i cumuli sulla superficie del suolo che misurano circa 1,2 m-1,5 m di larghezza x 0,3 m di altezza. In alternativa, costruire letti di mattoni e malta con fori di drenaggio sui lati e applica accuratamente l’acqua sulla superficie del terreno, quindi applica il primo strato di materiali (come trucioli di legno, foglie secche o erba etc.). Prepara il substrato spargendo fogli di giornale ( strato spesso circa 20 mm) e infine fissare il letame fino a un’altezza di 0,3 m per una migliore circolazione dell’aria all’interno del cumulo e prevenire la compattazione.
  6. Spruzzare acqua dopo ogni strato è un must per inumidire i materiali, questo attiva la decomposizione iniziale da parte dei microrganismi. Se i materiali sono troppo asciutti, immergili prima in acqua e applica sulla finestra o sui letti dei parassiti. Questo processo facilita il facile inumidimento dei materiali, previene anche la decomposizione dei cumuli, gli ingredienti possono essere aggiunti al centro del mucchio.
  7. Introdurre quindi i lombrichi nel recipiente o nel letto dei parassiti a 5-10 cm sotto la superficie del letto. Coprire il letto dei parassiti con sacchi di iuta o altri materiali che possano fornire raffreddamento e bloccare la luce solare (possono essere anche cannucce di erba, foglie a foglia larga, canne), ma evitare l’utilizzo della plastica.
  8. Continuare a innaffiare (almeno due o tre volte a settimana) e girando i letti dei parassiti, se necessario, una o due volte al mese. Questo passaggio è un’attività di gestione molto importante nel processo di maturazione del vermicompost.
  9. Il vermicompost viene prodotto dopo 3-5 mesi. Questo dipende dalle dimensioni dell’area e dal numero di vermi introdotti inizialmente nel letto dei parassiti.
  10. Prima della raccolta, interrompere l’irrigazione per consentire l’essiccazione della parte superiore del vermicompost. Dopo lo screening per rimuovere materiali e vermi non decomposti, il prodotto finale viene quindi essiccato per alcuni giorni, pesato e inserito in sacchi da 50 kg circa.

Conclusione

Il vermicompostaggio usa i vermi per coltivare. Questo processo innovativo mira a creare compost per la produzione agricola e il giardinaggio. Allo stesso tempo però, questi prodotti potrebbero essere utilizzati per la produzione di foraggio.

Riferimento

Edwards, C. A., & Bater, J. E. (1992). L’uso dei lombrichi nella gestione ambientale. Soil Biology and Biochemistry, 24 (12), 1683-1689.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu