Farm4Trade-Balanced-diet-part-2
folder_openAlimentazione

Dieta equilibrata – Parte 2

Estimated reading time: 10 minute(s)

Comprendere i risultati delle analisi di laboratorio

Comprendere le analisi di laboratorio è fondamentale per fornire una dieta equilibrata e stabilire pratiche di alimentazione adeguateNegli articoli precedenti, abbiamo spiegato l’importanza di testare il mangime per comprendere le  esigenze nutrizionali  degli animali. Saper interpretare i risultati di laboratorio è davvero fondamentale per comprendere le analisi nutrizionali dei mangimi. Per consentire agli agricoltori interessati di comprendere i risultati delle analisi di laboratorio, di seguito vengono fornite le linee guida di base. Ulteriori spiegazioni, oltre a linee guida su come elaborare una razione, saranno fornite nei seguenti articoli.

Come interpretare le analisi di laboratorio?

Quando affrontiamo risultati di laboratorio, di solito assomigliano alla tabella presentata di seguito (Tabella 1). Tuttavia, non tutti i laboratori eseguono le stesse analisi. Esistono diversi modi di analizzare lo stesso componente.

La fibra grezza è sempre stato il modo più comune per misurare il  contenuto di fibre del mangime, mentre, oggi, è preferibile misurarla attraverso Neutral Detergent Fiber (NDF), Acid Detergent Fiber (ADF) e Lignin poiché questo è un modo più accurato di analizzare la fibra. Allo stesso modo le proteine ​​grezze, il modo tradizionale di misurare il contenuto proteico, ora vengono sostituite da proteine ​​vereLa proteina grezza è meno accurata e tende a sovrastimare il contenuto proteico.

Ci concentreremo su come interpretare i risultati di laboratorio in base alle esigenze di una mucca (non incinta) e che si trova ai tropici.

Tuttavia, è necessario considerare che ci sono differenze tra razze e anche tra individui della stessa razza.

I seguenti requisiti sono solo valori generali che devono essere attentamente adattati alle esigenze di ogni azienda agricola e alle condizioni di produzione.

I risultati di laboratorio in genere assomigliano a quelli presentati nella Tabella 1. Quando osserviamo tali tabelle dovremmo concentrarci sugli elementi più importanti, che sono i seguenti:

  • Proteina grezza: misura il contenuto proteico. Sfortunatamente non è molto accurato poiché stima il contenuto proteico in base all’azoto presente nel mangime. Pertanto, l’azoto non proteico (NPN, ad esempio l’urea) sarà anche misurato come proteina. Bisogna essere molto attenti nell’interpretare i valori delle proteine ​​grezze, specialmente se NPN è presente nel mangime. Il contenuto di proteine ​​in un mangime non dovrebbe mai essere inferiore a 8, ma i valori superiori a 12 sono necessari per la crescita.
  • Fibra grezza: è il modo tradizionale di misurare la fibra, dà un’idea della massa. In un mangime completo la fibra dovrebbe essere inferiore al 25-30%, tuttavia nei foraggi e nella paglia usati come fonte di fibra dovrebbe essere leggermente più alta (30-40%).
  • Neutral Detergent Fiber (NDF): misura tre componenti della fibra: emicellulosa, cellulosa e lignina. I loro valori in foraggio e cannuccia possono essere molto alti (fino all’80%), è preferibile mantenere i valori inferiori al 70%. In un mangime completo, dovrebbero essere inferiori al 50%, considerando valori tra il 30% e il 40% ottimali.
  • Acid Detergent Fiber (ADF): misura due componenti della fibra, cellulosa e lignina, quindi è sempre inferiore a NDF. I valori in foraggio possono raggiungere il 40%, ma in un mangime completo i valori dovrebbero essere inferiori al 30%.
  • La lignina detergente acida (ADL) o solo lignina non è un carboidrato. È tuttavia fortemente legato a coloro che ostacolano la digeribilità dei carboidrati da parte dei microrganismi naturalmente presenti nella GUT degli animali. È consigliabile che il contenuto di lignina sia inferiore al 5%.
  • Digestibilità della materia organica: dà un’idea della digeribilità del mangime. Risponde alla domanda “Quale percentuale dei nutrienti presenti nel mangime sono disponibili per gli animali?”. Dovrebbe essere superiore al 60%, anche se oltre il 50% potrebbe funzionare come razione di sopravvivenza.
  • L’energia metabolizzabile (ME), solitamente misurata in KJ / Kg, è l’energia necessaria all’animale per svolgere svariate attività: respirare, muoversi, crescere, in altre parole, è il carburante del corpo. 7 KJ / Kg è considerata come razione di sopravvivenza, poiché i valori di crescita buoni dovrebbero essere superiori a 9.

 

Analisi principale MaisMelassaFarina di soia (decorticata) Lupino giallo (semi) Erba di bufala Stover di mais
Sostanza secca 907385.6 88.1 21.7 88.1
Proteina cruda 85.553.54311.53.7
Fibra grezza 2.40.14.916.3 30.2 42.4
NDF15.5 0.8 1124.4 68.182.4
ADF3.20.55.920.135.653.2
La lignina 0.50.30.52.14.48.4
Estratto di etere 4.511.8 5.4 2.40.6
Cenere4.314.6 7.2510.26.6
OMD88.7 79.7 92.488.8 67.355.2
ME ruminanti 13.6 9.613.614.2 9.37.6

Tabella 1. Fonte: feedipedia.

Con la conoscenza che hai appena acquisito ora puoi interpretare la Tabella 1 e arrivare alle seguenti conclusioni:

  1. Il  mais  è una buona fonte di energia con contenuto proteico moderato.
  2. La melassa è una buona fonte di energia ma il suo contenuto proteico è molto basso.
  3. La  soia  e il  lupino (semi) sono estremamente ricchi di proteine ​​e contengono anche buoni valori di ME, tuttavia il loro contenuto energetico proviene principalmente da proteine. Le proteine ​​non sono fonti di energia dirette, dovrebbero essere convertite, e quindi mais e melassa sono le fonti di energia preferite.
  4. Mais, melassa, soia e lupino, anche se nutrienti ed energetici, contengono fibre estremamente basse. La fibra è necessaria per il corretto funzionamento del corpo; quindi una fonte di fibra dovrebbe essere aggiunta quando si usano questi elementi.
  5. Le  erbe sono fonti di fibre migliori rispetto ai residui del raccolto poiché la fibra dell’erba è più digeribile (da cui il ME più alto) e contiene più proteine. Tuttavia, in condizioni ambientali difficili, anche la paglia può funzionare, specialmente se trattata in modo appropriato (urea, NaOH, etc.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu