How to manage and avoid anthelmintic resistance in horses - Farm4Trade Blog
folder_openSalute animale

Come gestire ed evitare la resistenza antielmintica nei cavalli

Estimated reading time: 8 minute(s)

È stato osservato che la resistenza ai farmaci antielmintici somministrati è elevata nelle specie equine, come cavalli, asini e zebre.

Oggi scaviamo più in profondità sulla resistenza antielmintica nei cavalli, che è diventata una delle principali preoccupazioni per le comunità di allevatori di cavalli di tutto il mondo.

Gli elminti sono un gruppo unico di vermi parassiti che include nematodi, cestodi e trematodi: i farmaci antielmintici sono usati per trattare le infezioni degli animali con vermi parassiti.

Come combattere la resistenza antielmintica

Sistemi di pascolo adeguati sono necessari per combattere lo sviluppo della resistenza, in quanto minimizzano la contaminazione e la diffusione dell’infezione in una mandria sotto trattamento.

In generale, i cavalli sono esposti ai nematodi gastrointestinali quando pascolano su pascoli contaminati, dove è probabile che ingeriscano un numero enorme di vermi.

Un membro del gruppo Strongilidae, noto come cyathostominae, è relativamente abbondante in natura.

Un aumento delle cyathostominae ha un effetto deleterio che compromette la salute dei cavalli colpiti, causando diarrea cronica, resistenza ridotta, diminuzione della crescita tra i giovani cavalli, perdita di peso e infine morte in cavalli gravemente immuno-compromessi.

Ciclo di vita di base di strongyloides

Il ciclo vitale degli Strongilidi si svolge sulla terra e nel rivestimento intestinale dell’ospite. 

I vermi adulti depongono le uova sull’intestino, che vengono escrete come materiale fecale.

Diversi stadi di larve si sviluppano sulla materia fecale che è più adatta. Di conseguenza l’ingestione di larve ben sviluppate da parte dei cavalli può verificarsi durante il pascolo. La continua ripetizione di questo ciclo può portare all’insorgenza di sintomi per il cavallo.

Come individuare un’infezione da strongyloides nei cavalli

Test di laboratorio come il test di riduzione del conteggio delle uova fecali (FECRT), facilita la somministrazione di antibiotici antielmintici basati sull’accumulo o la riduzione di uova strongyle presenti sul materiale fecale. Questo test aiuta gli agricoltori ad allevare cavalli sani.

Trattamenti antielmintici comunemente usati nei cavalli

  • tetraidropirimidine
  • fenbendazole 
  • ivermectina

Somministrazione di farmaci

  • Orale
  • Iniettabile 

Cosa si può fare dopo che si è verificata un’infezione?

  • Parlare con il veterinario prima dell’acquisto di qualsiasi antielmintico.
  • Attraverso la collaborazione con i laboratori, possono essere adottati trattamenti basati sulla conta delle uova fecali, in modo che i cavalli con un numero maggiore di 200 uova per grammo di materia fecale possano essere trattati. D’altra parte, i cavalli con meno di 200 uova al grammo di materia fecale possono non essere trattati.
  • Evitare l’uso costante di trattamenti antielmintici, poiché ciò favorisce la resistenza, in tal caso utilizzare un modo diverso di somministrazione.
  • Si raccomanda la rimozione della materia fecale sui pascoli per interrompere il ciclo dei nematodi, sebbene sia un intervento scomodo risulta essere efficace.
  • Se i cavalli vengono nutriti con fieno, assicurarsi che quest’ultimo sia sicuro per il consumo.
  • Evitare dosi eccessive durante il trattamento.

In sintesi, la gestione efficace del trattamento antielmintico è vitale quando si allevano cavalli, poiché l’uso ripetuto provoca resistenza. Pertanto, la soppressione dell’accumulo di nematodi nei pascoli è la chiave per un cavallo più sano.

Fonti

  1. Bucknell, D. G., Gasser, R. B., & Beveridge, I. (1995). The prevalence and epidemiology of gastrointestinal parasites of horses in Victoria, Australia. International journal for parasitology, 25(6), 711-724.
  2. Hotez, P. J., Brindley, P. J., Bethony, J. M., King, C. H., Pearce, E. J., & Jacobson, J. (2008). Helminth infections: the great neglected tropical diseases. The Journal of clinical investigation, 118(4), 1311-1321.
  3. Mair, T. S. (1994). Outbreak of larval cyathostomiasis among a group of yearling and two-year-old horses. The Veterinary Record, 135(25), 598-600.
  4. Relf, V. E., Morgan, E. R., Hodgkinson, J. E., & Matthews, J. B. (2013). Helminth egg excretion with regard to age, gender and management practices on UK Thoroughbred studs. Parasitology, 140(5), 641-652.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu